Nordic Running Italy: NORDIC RUNNING: I benefici sulla salute (del podista)

martedì 8 maggio 2018

NORDIC RUNNING: I benefici sulla salute (del podista)



Versione in italiano dello studio redatto dal collega e Istruttore di specialità Milan Kutek (foto a destra), visionabile in inglese al link http://www.nordicrunning.eu/health-benefits/

Buona lettura! 

Le nostre misurazioni hanno mostrato una netta diminuzione del sovraccarico sul sistema muscolo-scheletrico quando si corre con i bastoni. Questo può essere dipeso dal coinvolgimento delle braccia, che non solo è causa di un evidente sollievo sulle articolazioni maggiormente coinvolte nella corsa, ma contribuisce anche a dare al corridore maggior stabilità.

Ciò ha un significativo effetto preventivo sulla salute, in particolare per quanto concerne le uscite di corsa più lunghe, in cui viene registrato il maggior accumulo di sovraccarico sulle principali articolazioni coinvolte. A seconda della distanza percorsa (e tenete ben a mente che solo pochi chilometri significano diverse migliaia di passi), le rilevazioni ci informano di una drastica diminuzione del sovraccarico misurabile in tonnellate, o meglio, decine di tonnellate tolte sulle articolazioni.

Basandoci sul presupposto che le forze verticali sono anche influenzate dal peso del corridore e dal suo passo, possiamo presupporre che ci sarebbero differenze maggiori in rapporto a sportivi e atleti più pesanti che potrebbero allenarsi con una maggior sicurezza di salvaguardare schiena ed articolazioni (soprattutto del ginocchio) facendo riferimento all'attenuazione del carico articolare di cui parlavamo poco fa.

La diminuzione della forza verticale è significativa, principalmente durante la prima fase di supporto (appoggio del bastone); questo significa che correndo con i bastoni da corsa non andiamo a gravare così tanto, come invece avviene nella "corsa  tradizionale", sulla struttura muscolo-scheletrica coinvolta nell'ammortizzazione dell'appoggio del piede (soprattutto tallone e tendine d'Achille) in quanto il 60% del peso corporeo è spostato sui bastoni stessi (questa è una mia stima indicativa, data dall'esperienza pratica sul campo. Misurazioni strumentali ci informano che in circostanze di fondo piatto e ritmo di corsa moderato, abbiamo una riduzione del sovraccarico sul piede del 12% rispetto alla corsa tradizionale, tale percentuale aumenta quando, appunto, coinvolgiamo maggiormente le braccia nella spinta propulsiva in avanti, o quando utilizziamo marcatamente i bastoni nelle fasi di corsa in discesa. NdMBT)

Sulla base di una pratica costante ed annuale del Nordic Running possiamo affermare inequivocabilmente che la nostra disciplina aiuti a mantenere la stabilità del corridore e a migliorarne la propriocettività anche e soprattutto su terreni molli ed irregolari (trail, erba, campi sterrati, boschi, fango ecc ecc) e sulla neve in inverno, riducendo drasticamente il rischio di lesioni spesso causate da scivolamenti o potenziali storte.

In conclusione, oltre ai benefici sulla salute appena esposti, il Nordic Running permette di migliorare la tecnica di corsa e ciò include l'eliminazione di atteggiamenti quali:

Gomiti in fuori

- Spalle e braccia rigidi

- Testa bassa 

- Corsa seduta

- Overstriding (appoggio di tallone)

- Iperpronazione


Nordic Running Italy collabora nella divulgazione di cultura sportiva sui benefici delle discipline nordiche e non solo con:


SE DESIDERATE IMPARARE O INTEGRARE IL NORDIC RUNNING ALLA VOSTRA PRATICA SPORTIVA PERCHE' STANCHI DI CONTINUI ACCIACCHI ED INFORTUNI DA CORSA, CONTATTATEMI :D SARO' LIETO DI AIUTARVI.





Nessun commento:

Posta un commento