Nordic Running Italy: LAGHI DELLA LAVAGNINA in Nordic Running e Nordic Walking Sportivo [Nordic Walking Alessandria - Parco Naturale Capanne di Marcarolo]]

sabato 15 agosto 2020

LAGHI DELLA LAVAGNINA in Nordic Running e Nordic Walking Sportivo [Nordic Walking Alessandria - Parco Naturale Capanne di Marcarolo]]

 Buon Ferragosto a tutti gli amici, ma soprattutto Amiche di Nordic Running Italy! :D

L'aggiornamento di oggi è destinato ad illustrare brevemente la gita in solitaria che ho fatto ieri mattina - destinazione Laghi della Lavagnina, nei pressi del piccolo paesino del Distretto Novese che corrisponde al nome di Casaleggio Boiro.

Questo 2020, per me, rappresenta un anno di innovazione e "sperimentazione a più livelli", in parte a causa delle molte privazioni forzate (vedasi emergenza sanitaria) e in parte perché sono costantemente alla ricerca di nuovi stimoli per perfezionare le mie tecniche di allenamento, in primis Nordic RunningNordic Walking Sportivo.

Ieri mattina, sveglia presto ancora una volta - ormai una sana abitudine radicata - e dopo la solita colazione leggera ma funzionale, con estrema calma e relax, mi sono messo in strada, direzione Parco Naturale Capanne di Maracarolo; su consiglio di Mr. Livingstone  (vi consiglio di visitare sia il suo sito che il suo canale YouTube), ho deciso di optare per la mattina di un giorno feriale; scelta azzeccata che mi ha permesso di evitare, oltre che l'abituale caldazza stagionale, anche il sovraffollamento di turisti.

Giunto a Casaleggio Boiro, mi ha impressionato negativamente lo stato in cui si presenta la strada che porta fino all'attacco presso Diga Lavagnina - più che una strada, dovrei dire una groviera - considerati i buchi che nemmeno si contano :P. Dal mio punto di vista, non un bel biglietto da visita, dal momento che si tratta di un sito turistico/naturalistico di estrema attrattiva.

Bando alle ciance ed entriamo nel clou del post! Il mio obiettivo di giornata era di effettuare una prima assoluta in tecnica mista Nordic Run/Walk su un percorso che ancora non annoveravo nella mia collezione. Il sentiero, contrassegnato dalla sigla SNL - è suddiviso in 20 step panoramici, con un'estensione di circa 3km all'andata, con vista sul lago alla propria destra - ed altrettanti al ritorno, ovviamente con vista sul lago alla propria sinistra.

Sul tracciato completamente sgombro, ho impostato gli intervalli nel modo che ultimamente sto utilizzando molto spesso sui percorsi relativamente corti: ovvero 1':15'' in Nordic Running (Elghufs) - 45'' Nordic Walking Sportivo in doppia spinta. Mi è stato possibile procedere con questa tecnica Nordica freestyle all'incirca fino allo step 19 (punto di osservazione naturalistica in cui è anche possibile "bivaccare" presso un'apposita zona pic-nic completamente all'ombra e attrezzata con tavoli di legno e panchine).

Superato questo punto, che corrisponde al Lago Superiore, la gita si trasforma per forza di cose in un trekking facile, fino a raggiungere lo step 20 finale, cioè le rive del Torrente Lemme (che potete vedere nella galleria fotografica qua sotto) - area caratterizzata da "spiaggette di ghiaietta" naturale, in cui molti turisti decidono di passare le proprie escursioni facendo anche il bagno... sebbene la zona sia contrassegnata come "non balneabile".

Conclusioni? Tecnicamente il tracciato non presenta alcuna difficoltà di sorta (fate sempre e comunque massima attenzione a dove mettete i piedi quando fate trekking/escursioni e siate presenti a voi stessi ;)), sia a livello altimetrico che di qualità del fondo - e fino allo step 19 è uno spasso da correre con i bastoni (in questo caso privi di gommini). Ho apprezzato molto l'estrema tranquillità dell'ambiente circostante e la sua natura pressoché incontaminata, che ne fanno un sentiero adatto veramente a tutti, a qualsiasi livello di abilità.

Per chi dovesse raggiungere il posto per la prima volta, il rischio è quello di ritrovarsi un pò smarriti, quindi ecco un rapido vademecum:

- da Casaleggio Boiro, un volta che arrivate al bivio, seguite il cartello Diga Lavagnina e percorrete la stradina in salita.

- dopo circa 200 metri nemmeno, vi ritroverete su un ampio spiazzo di ghiaia; quello, sebbene non contrassegnato dal ben che minimo cartello, è il parcheggio in cui lasciare la macchina.

- davanti a voi vedrete un passaggio con una sbarra alzata (o chiusa se il custode non ha ancora aperto :D) - quella è la direzione che dovete prendere per arrivare fino alla casa gialla del custode, punto di partenza ufficiale del sentiero, in cui, alla vostra sinistra, l'organizzazione ha messo a disposizione del turista una cassetta di legno, con all'interno delle guide consultabili strada facendo. 

- se prendete in considerazione di cominciare il vostro trekking dalla sbarra, piuttosto che dalla casa gialla, la distanza di percorrenza passa da 6 a 8 km circa.


In conclusione.. posso dire di essere molto soddisfatto e contento per questa mia ennesima prima assoluta in Nordic Running su un altro percorso molto noto in provincia a camminatori ed escursionisti! Consigliatissimo!


Vi saluto con una rapida galleria fotografica








MATTIA BIANUCCI TRAINER
PERSONAL TRAINER NOVI LIGURE - ALLENATORE RUNNING ALESSANDRIA


CATEGORIE:
nordic walking ad alessandria
percorsi nordic walking alessandria
monferrato nordic walking
associazioni nordic walking piemonte
sentieri alessandria
nordic walking in cittadella di alessandria
Istruttore di nordic walking ad alessandria
nordic walking personal trainer alessandria






Nessun commento:

Posta un commento